07 – LA RIFORMA COSTITUZIONALE LETTA DA UN INGEGNERE – art 72

8 novembre 2016 in Notizie 5 stelle Chieri

PARTE II: ORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA

TITOLO I: Il parlamento – Sezione I: le camere

                Costituzione: testo Vigente                     Costituzione: testo modificato

07-lariformacostituzionalelettadauningegnere-art72_pagina_1

07-lariformacostituzionalelettadauningegnere-art72_pagina_2

camera_e_senatoL’art.72 viene modificato in modo tale da adattare il nuovo iter legislativo alla nuova configurazione delle camere.

A parte l’ultimo comma che analizzeremo in seguito, questo articolo viene semplicemente aggiornato per renderlo coerente con gli articoli precedenti

L’ultimo comma introduce una nuova opzione per il governo che, escludendo gli ambiti di legiferazione collettiva, potrà richiedere alla camera dei deputati di esprimersi entro 5 giorni in merito all’inserimento di un ddl con priorità nell’ordine del giorno dei lavori della camera stessa.

democraziaitaliaSe la richiesta verrà approvata, la Camera dei deputati avrà 70 giorni per pronunciarsi mentre il Senato vedrà dimezzati i tempi a sua disposizione per richiedere l’esame e l’eventuale proposta di modifiche. Questo comma sembrerebbe portare un apparente velocizzazione dell’azione di governo ma in realtà nasconde uno strumento pericoloso: italicum-di-renzi-e-molto-porcellum-alcune-parti-della-legge-sono-rimastel’esecutivo potrà di fatto bloccare l’attività legislativa delle camera dei deputati intasandola di richieste di esame di propri ddl, annullandone così il loro potere legislativo. Un grimaldello per scardinare la porta che chiude la strada a possibili colpi di mano.