COMUNICATO STAMPA n. 2 / 2016

21 febbraio 2016 in Comunicato Stampa, Notizie 5 stelle Chieri

CORRETTA INFORMAZIONE SULL’ART BONUS A CHIERI

Berruto-Rosso-SavioDesideriamo fare un po’ di chiarezza in merito all’iniziativa Art Bonus nella città di Chieri alla luce di quanto letto sul Suo giornale lo scorso venerdì, nell’articolo “Il Pd punta sull’Art bonus per convincere a investire sul patrimonio culturale”.

Per correttezza vorremmo informare tutti i lettori che tale progetto è stato portato all’attenzione dell’attuale Amministrazione durante la seduta di Consiglio Comunale del 30 aprile 2015 dal nostro Gruppo Consiliare, che ha presentato e discusso una mozione denominata “Erogazioni liberali a sostegno della cultura – Art bonus”, approvata all’unanimità, con cui Sindaco e Giunta si impegnavano, tra l’altro, “Ad utilizzare l’Art bonus come attività di fundraising da parte di persone fisiche e giuridiche finalizzata alla tutela del patrimonio culturale, allo sviluppo della cultura e al rilancio del turismo della Città di Chieri”. Il testo integrale della mozione è consultabile sul sito del Comune di Chieri, all’Albo Pretorio on-line, o al link https://drive.google.com/file/d/0BySXSJvVRGHFa3hKejRISE1KOG8

Pertanto riteniamo che sarebbe stato opportuno, nonché corretto, organizzare un momento di approfondimento presentato semplicemente a nome della Città di Chieri e non con il simbolo del Pd che, come risulta evidente, non ha “scoperto l’acqua calda”.

Pazienza: è l’ennesima occasione mancata per mettere in pratica quel concetto di partecipazione che questa Amministrazione spesso pronuncia ma che, quasi sistematicamente, disattende nelle azioni concrete.

Alla collega Vaschetti che nel succitato articolo prospetta una delibera per proporre “all’esame della città opere meritevoli d’intervento” quale soluzione per incentivare l’utilizzo dell’Art bonus nel nostro territorio, rispondiamo che una delibera esiste già: é la DCC-2015-030.

E’ l’impegno che Sindaco e Giunta hanno assunto per volere dell’intero Consiglio Comunale, attraverso l’approvazione unanime della mozione da noi presentata.

Mozione diventata esecutiva in data 28 maggio 2015 e che, in ottemperanza a quanto espresso dall’ art. 44, comma 1, del Regolamento del Consiglio Comunale: “Quanto previsto nelle mozioni approvate deve essere eseguito a cura del Sindaco o della Giunta entro sei mesi dalla data della deliberazione consiliare, facendo pervenire apposita comunicazione ai Consiglieri”, avrebbe dovuto concretizzarsi entro il 28 novembre 2015.

Non avendo noi ricevuto alcuna informazione istituzionale a tal riguardo, altro non possiamo fare  se non dedurre che, al momento, nulla ci sia da comunicare.

La sempre più marcata distanza tra Amministratori e cittadini, così come il crescente disinteresse verso la “cosa pubblica” non ci devono stupire, poiché, talvolta, sono proprio coloro che sono al governo della città i primi a non rispettare le norme e le regole che essi stessi si sono dati.

Il Gruppo Consiliare Movimento 5 Stelle