PROPOSTA DI MOZIONE

11 aprile 2014 in Senza categoria

OGGETTO: “NOMINA PRIORITARIA DI DISOCCUPATI E PERSONE A BASSO REDDITO COME SCRUTATORI”

PREMESSO CHE

• ai sensi dell’ art. 1 comma 1 e 2 della legge 95/1989 modificata dalla legge 30 aprile 1999, n. 120 art. 9 comma 1, In ogni comune della Repubblica e’ tenuto un unico albo delle persone idonee all’ufficio di scrutatore di seggio elettorale comprendente i nominativi degli elettori che presentano apposita domanda secondo i termini e le modalita’ indicati dalla legge e che la inclusione nell’albo di cui al comma 1 e’ subordinata al possesso dei seguenti requisiti:
a) essere elettore del comune;
b) avere assolto gli obblighi scolastici.
• ai sensi dell’articolo 6 comma 1 punto a) della Legge 95/1989, la Commissione Elettorale Comunale, presieduta dal Sindaco e nominata dal presente Consiglio Comunale con deliberazione 2009/71, in occasione delle consultazioni elettorali provvede “alla nomina degli scrutatori, per ogni sezione elettorale del comune, scegliendoli tra i nominativi compresi nell’albo degli scrutatori in numero pari a quello occorrente”;
• dal sito internet del Comune di Chieri si evince che per poter accedere all’albo degli scrutatori elettorali cittadino è richiesto il possesso del diploma di scuola secondaria di II grado;
CONSIDERATO CHE

• nonostante la nomina degli scrutatori sia attribuita dalla legge ad una commissione di nomina politica, è opportuno garantire la massima indipendenza degli scrutatori e la loro rotazione nelle sezioni elettorali, a maggior garanzia della trasparenza e della correttezza delle operazioni elettorali;
• l’attività di scrutatore è retribuita e può costituire per molte persone disoccupate od a basso reddito una importante occasione di arrotondare le proprie entrate;
IMPEGNA

Il Sindaco, in qualità di presidente della Commissione Elettorale Comunale, ed i componenti della Commissione stessa

• ad adeguare i requisiti minimi per l’iscrizione all’albo degli scrutatori a quanto previsto dalla legge per consentire l’accesso alla mansione a una fascia più ampia della cittadinanza;
• a nominare gli scrutatori per le future consultazioni elettorali secondo i seguenti criteri:
1) enucleare dall’albo degli scrutatori il gruppo delle persone prive di occupazione e/o aventi reddito nullo od inferiore alla soglia di povertà, verificando tale condizione mediante incrocio con i dati in possesso dell’Amministrazione Comunale o facilmente acquisibili da altre pubbliche amministrazioni (dichiarazione ISEE, richieste di assistenza, iscrizione alle liste di collocamento), o anche, se organizzativamente fattibile, permettendo agli iscritti all’albo di segnalare tale condizione mediante comunicazione all’Ufficio Elettorale nelle settimane antecedenti il momento della nomina;

2) nominare prioritariamente come scrutatori gli iscritti all’albo appartenenti a tale gruppo di cui al punto 1), se necessario sorteggiando pubblicamente le nomine all’interno di tale gruppo nel caso in cui il numero dei componenti di tale gruppo sia superiore al numero di scrutatori da nominare;

• 3) nel caso in cui sia necessario nominare ulteriori scrutatori, procedere tramite pubblico sorteggio tra gli altri iscritti all’albo.