RIFIUTI: UN TESORO TRA LE MANI NON BRUCIAMOCI IL FUTURO

19 marzo 2014 in Eventi a Chieri

Una gestione sostenibile dei rifiuti è davvero possibile ? Esiste un’alternativa  all’attuale modello di smaltimento dei rifiuti basato principalmente sull’incenerimento e le discariche?

Ne parliamo con

Raphael Rossi   Carlo Martelli   Giorgio Bertola

venerdì 28 marzo ore 21:00 presso il Salone del Ghetto, via della Pace, 8 – Chieri

Il MoVimento 5 Stelle Chieri organizza una serata informativa sui danni alla salute e all’ambiente provocati da un inceneritore e illustra le alternative all’incenerimento dei rifiuti.Riteniamo di vitale importanza portare a conoscenza della cittadinanza la verità sulla pericolosità di questa miope gestione dei rifiuti che non diminuisce i costi dello smaltimento e danneggia irrimediabilmente persone e ambiente.

Cercheremo di capire come funziona la gestione dei rifiuti in Torino e provincia, e perchè il nuovo impianto di incenerimento del Gerbido è inutile.

L’alternativa esiste ed è rappresentata da una nuova politica ecosostenibile che mira a considerare i rifiuti non come un problema ma come una risorsa, contrapponendosi all’attuale modello portato avanti da una classe politica impreparata, disinteressata e spesso corrotta, che ha alimentato lo sviluppo delle ecomafie.

In sala a parlare con gli intervenuti ci saranno Raphael Rossi, Carlo Martelli e Giorgio Bertola.

Raphael Rossi: esperto nella progettazione di sistemi avanzati e virtuosi di gestione rifiuti su città diverse e complesse in tutta Italia, ex-amministratore e vicepresidente Amiat (Torino), fondatore della ESPER, ente di studio per la pianificazione ecosostenibile dei rifiuti, presidente di ASIA SpA (Napoli), dove ha raggiunto risultati sorprendenti, attualmente presidente di IREN Emilia SpA, dove si sta occupando in particolare di sviluppare progetti di raccolta differenziata e tariffazione puntuale.

Carlo Martelli, Senatore M5S di Novara, vicepresidente della 13° Commissione permanente, Territorio, ambiente e beni ambientali, esponente per il MoVimento della costituenda commissione bicamerale sul ciclo dei rifiuti e le ecomafie, e Giorgio Bertola, collaboratore del Gruppo Consiliare M5S regionale, candidato alle prossime elezioni regionali, esperto in gestione rifiuti, che illustrerà com il M5S intende affrontare questo tema in Regione e quali possono essere le ricadute in positivo anche sulle nostre comunità locali.

Ci spiegheranno inoltre quali possono essere i rischi delle nostre comunità cittadine, se i nostri amministratori decideranno di aderire al progetto della città metropolitana.

“Da amministratore pubblico, posso dire che è proprio dentro le aziende pubbliche che succedono i casi di corruzione. Per questo bisogna aprirle ai cittadini: proponiamo un modello di azienda pubblica aperta ed etica” sostiene Raphael Rossi. “ Gestire in maniera trasparente e condivisa i beni comuni è difficile, perchè si vanno a ledere interessi consolidati. L’ho provato sulla mia pelle, a Torino, la mia città, dove non ho più potuto lavorare e poi a Napoli, dove l’attività è stata interrotta”.

Opponendosi nel 2007 all’acquisto di un macchinario inutile, rifiutando una tangente e denunciando l’accaduto alla Procura della Repubblica, Rossi fece a suo dire “una cosa normalissima, come fermarsi al semaforo rosso”. Eppure il suo gesto, così ordinario e rivoluzionario, ha ispirato la nascita di un movimento, di cui è presidente, “Signori Rossi. Corretti non corrotti”.

Il cui messaggio è univoco: la corruzione non conviene, perchè finiamo col perderci tutti. “Con la crisi aumenta la corruzione ma con la corruzione aumenta, e fortemente, anche la crisi. La corruzione è un male comune. Ecco perchè serve creare una reazione comune alla corruzione che parta da una conoscenza diretta dei suoi effetti e dalla consapevolezza di poter essere, ognuno di noi, un rimedio al suo dilagare”.

Una cosa sembra evidente: possiamo “guarire” lo Stato, ammalato di corruzione, solo con il nostro impegno di cittadini che si prendono cura della pubblica amministrazione attraverso l’impegno civico e il presidio collettivo delle decisioni assunte dagli amministratori.

Durante l’incontro, capiremo bene come tutto ciò entri prepotentemente nel discorso rifiuti-ambiente-salute.

Vi attendiamo numerosi venerdì 28 marzo, alle ore 21:00, presso il Salone del Ghetto, via della Pace 8, Chieri, perchè i Signori Rossi siamo tutti noi, che crediamo che i beni comuni siano una risorsa essenziale per lo sviluppo della società e  mettiamo l’efficienza dei servizi pubblici e il benessere delle persone al di sopra dell’interesse privato. Cittadini attivi, che creano cultura dell’etica e della legalità.

Persone comuni che difendono il bene comune.

Chieri: felici di Viverci !

MoVimento 5 Stelle Chieri